Pace e amore
Giammarco Puntelli


Prezzo:
€ 20,00
Editore: Editoriale Giorgio Mondadori
Collana: Cataloghi d’Arte
Pagine: 128
ISBN/EAN: 978-88-6052-947-3

in breve
È il catalogo della mostra che Giammarco Puntelli, critico d’arte incline alla ricerca interdisciplinare, ha realizzato con i partner istituzionali dal 29 settembre al 21 ottobre 2018 nelle sale espositive della Grande Moschea di Roma con l’obiettivo di favorire il dialogo interreligioso e di far comprendere le abitudini, le convinzioni e i profondi valori di popoli che si sono avvicinati all’interno di una globalizzazione che ha tolto perimetri e distanze. Presentato il 25 settembre 2018 alla Camera dei Deputati, Sala Stampa di Montecitorio, il volume propone una selezione attenta e prestigiosa, nata nel segno dell’amore, della pace e del dialogo. Quaranta gli artisti in mostra e nel catalogo, suddivisi in quattro sezioni: arte figurativa, arte informale, arte concettuale e arte plastica. In chiusura gli apparati biografici. Testi in italiano, inglese, arabo e turco.

Pace e Amore perché non ci può essere vero amore senza pace e non ci può essere vera pace senza amore. Un titolo che può sembrare retorico ma in realtà raccoglie e accoglie tutto il senso di un dialogo fra popoli, culture, religioni. (...) All’interno della mostra una selezione attenta di opere dei migliori artisti italiani e non solo, nella figurazione, nel paesaggio, nell’informale, nell’astratto, nelle arti plastiche e concettuali. Leggiamo, nel prestigioso catalogo dell’Editoriale Giorgio Mondadori, nomi di maestri noti e consolidati in tutto il mondo, veri ambasciatori della cultura e dell’arte italiana e internazionale, alcuni, in verità pochi, artisti emergenti che già hanno alle spalle eventi, bibliografia e posizioni di mercato di tutto rispetto.”.
Giammarco Puntelli


Un volume che, attraverso le opere dei suoi protagonisti, esprime il bisogno di pace e concordia tra i popoli in un dialogo interreligioso.


Un evento di straordinaria forza ed energia, che quaranta artisti contemporanei hanno saputo ben interpretare tra figurazione, arte concettuale, scultura e arte informale.