martedì 25 settembre ore 19.30
Libreria Tasso, Sala Convegni, piazza Angelina Lauro, Sorrento


Daniela Borsoi
Di terra e di acqua, di neve e di cielo

A cura di Lorena Gava

Novità Ottobre 2014
Prezzo:
€ 20,00
Editore: Editoriale Giorgio Mondadori
Pagine: 80
ISBN/EAN: 978-88-6052-576-5

in breve
Alla sua prima pubblicazione, Daniela Borsoi offre al lettore tutta la qualità di un repertorio che emoziona per le declinazioni dei colori e per la raffinatezza del segno. La monografia le rende merito e ne esalta la produzione artistica accompagnandola nel fitto programma espositivo di fine 2014. Tre le mostre che ospiteranno i dipinti dell’artista: Pordenone (Palazzo d’Attimis, 4-19 ottobre), Roma (Chiostro del Bramante, 1-30 novembre), Firenze (ristorante Golden View presso Ponte Vecchio, 6 dicembre-15 gennaio 2015). Il volume raccoglie e presenta oltre quaranta opere di recente produzione (2012-2014), opere di cui il testo critico di Lorena Gava offre una chiave interpretativa appropriata e coerente. “I paesaggi di Daniela Borsoi si nutrono di implicazioni sentimentali che traggono forza anche da un senso antico di meraviglia e di stupore e, appellandoci al mito, aspirano all’ineffabile bellezza propria del mistero insondabile della vita” annota nel testo la Gava, che è anche la curatrice del libro.
Oltre quaranta le opere pubblicate, tutte in tecnica mista su tela, testi in italiano e in inglese.

Una pittrice che incanta per la sua capacità di interpretare il paesaggio.

Il libro che consacra una protagonista della nuova figurazione italiana.


DANIELA BORSOI
Daniela Borsoi nasce a Vittorio Veneto (TV). Sin da giovanissima manifesta una grande passione per il disegno e la pittura in generale, stimolata da un ambiente famigliare incline all’arte. Il nonno materno, Luigi Rossi di origini bellunesi, era scultore ed aveva un atelier a Venezia sul finire dell’800 mentre il padre, pittore, aveva frequentato l’Accademia di Belle Arti di Venezia sotto la guida di Bruno Saetti. Animata da una singolare urgenza creativa e da una forte volontà di sperimentazione, Frequenta gli ambienti artistici e culturali del Triveneto, dedicando grande attenzione alla pratica e al perfezionamento di alcune tecniche pittoriche: acquarello, acrilico e olio. Predilige le tematiche legate alla natura, nella fattispecie il paesaggio, dapprima vissuto come esperienza diretta e poi filtrato nel ricordo e nell’evocazione immaginifica. La sua attività espositiva ottiene significativi consensi di critica e di pubblico. Vive e lavora a Pordenone.