venerdì 21 settembre ore 17
Palazzo della Camera di Commercio, Sala Convegni, corso Vittorio Emanuele II 47, Pordenone

sabato 22 settembre ore 16.30
Piazza Chiossi, Domodossola


Catalogo dell’Arte Moderna n. 53
Gli artisti italiani dal primo Novecento ad oggi
AA. VV.


Prezzo:
€ 98,00
Editore: Editoriale Giorgio Mondadori
Collana: Cataloghi d'Arte
Pagine: 900
ISBN/EAN: 978-88-6052-845-2

in breve

L’annuario di riferimento per artisti, galleristi, collezionisti, associazioni e appassionati

La prima edizione del Catalogo risale al 1962, quando l’editore torinese Bolaffi raccolse la felice intuizione del critico Luigi Carluccio e diede alle stampe un repertorio annuale dedicato al mercato dell’arte contemporanea. Rilevato alla fine degli anni Settanta dalla Giorgio Mondadori insieme al mensile Arte, il Catalogo viene oggi pubblicato con il marchio Editoriale Giorgio Mondadori all’interno del gruppo Cairo e si conferma la più longeva pubblicazione di genere in Italia

La conoscenza, l’idea, la materia: un amalgama inconfondibile genera le rare e preziose sculture di Marcello Pietrantoni – in copertina con il bronzo Schin – opera in cui si mescolano il mito e la modernità. Mario Guderzo, membro del comitato critico e direttore del Museo Canova di Possagno, ci parla dell’artista a p. 20. Il “diritto all’arte” cui si riferisce Claudia Trafficante a p. 27 è quello conquistato nei secoli dalle donne: da Artemisia Gentileschi a Fede Galizia sino alle più recenti Tamara de Lempicka e Frida Kahlo per arrivare alle contemporanee Vanessa Beecroft e Marina Abramović.

Donne artiste e donne che scrivono d’arte. Come Daniela Vasta, docente di Storia dell’arte contemporanea all’Università di Catania e funzionario al Macro di Roma, che celebra i cinquant’anni della nascita dell’Arte Povera, risposta italiana ai movimenti artistici americani del tempo (p. 53). O come Licia Oddo, profonda conoscitrice del Novecento siciliano, che ci propone una panoramica su alcuni protagonisti (p. 63). Infine il contributo di Andrea De Liberis, prezioso come sempre nell’aiutare il lettore a districarsi tra complicate normative (p. 79). A p. 87, il tradizionale appuntamento con il Premio Arte, giunto alla sua 26a edizione.

La prima sezione del catalogo è come sempre dedicata ai Grandi Maestri del Novecento, con l’ormai consueta selezione dei risultati d’asta: è ancora Modigliani, con l’opera Jeanne Hébuterne (au foulard), battuta da Sotheby’s Londra nel giugno 2016, a sbancare tra gli italiani, seguita peraltro da altre straordinarie performance dello stesso Modì. Lo avvicinano, con alcune aggiudicazioni ultramilionarie, i “soliti” Burri e Fontana mentre più distaccato, ma pur sempre su livelli eccellenti, è Giorgio Morandi. Lo spazio è tiranno per raccontare la vera protagonista del volume, quella seconda sezione che, con il record assoluto di 828 presenze quest’anno, testimonia quanto il Catalogo sia sempre più apprezzato e seguito grazie alla sua struttura consolidata: le schede degli artisti in ordine alfabetico, le quotazioni, le attività, le aggiudicazioni d’asta, le valutazioni di mercato, le note biografiche, le immagini delle opere. Le pagine a colori, i dossier tematici – tra cui Fotografia e Arte Plastica – confermano il ruolo del Catalogo come insostituibile strumento di promozione e di consultazione.


Dal 1962 a oggi, un appuntamento imperdibile con l’editoria d’arte.

I cenni biografici e le quotazioni dei grandi Maestri del Novecento, da Boccioni a Burri, da Carrà a Fontana, da Rosai a Viani.

Nella seconda sezione: Armodio, Borghi, Capogrossi, Guttuso, Paladino, Schifano, Vedova e tanti altri protagonisti dell’arte moderna e contemporanea.

Prezzi d’asta, quotazioni, tecniche: uno strumento di mercato ricco di dati e informazioni.

Oltre 1700 illustrazioni in bianco e nero e a colori.