venerdì 21 settembre ore 17
Palazzo della Camera di Commercio, Sala Convegni, corso Vittorio Emanuele II 47, Pordenone

sabato 22 settembre ore 16.30
Piazza Chiossi, Domodossola


Artisti Contemporanei a Tivoli



Novità Ottobre 2016
Prezzo:
€ 20,00
Editore: Editoriale Giorgio Mondadori
Pagine: 152
ISBN/EAN: 978-88-6052-758-5

in breve
Dopo il successo di Parigi, ItaliArts giunge a Tivoli nei suggestivi spazi delle Scuderie Estensi. Il volume, che nasce dall’ideale gemellaggio tra movimenti artistico-culturali italiani e turchi, è il catalogo della mostra tenutasi dal 17 al 25 settembre 2016, evento ufficiale del Settembre Tiburtino 2016. Mostra e catalogo a cura di Giorgio Bertozzi, Giancarlo Caneva e Ferdan Yusufi. Coordinamento editoriale: Stefano Ferracci e Sonia Paolone. Testo critico di Leo Strozzieri. introduzione di Giorgio Bertozzi. In copertina “Pioppeti”, opera di Carla Galli Morandi.

“I quadri vi guardano – l’espressione viene attribuita a Paul Klee – e inducono il fruitore “saggio” di un’opera d’arte all’umiltà o quanto meno a ridimensionare la supponenza. Vi guardano obbligandovi a lasciar perdere ogni elucubrazione letteraria o filosofica per concentrare invece l’attenzione sui valori essenziali del linguaggio: l’aspetto cromatico, la componente segnica, la perizia compositiva, il gioco luministico, la grumosa gestualità della materia, l’arditezza dinamica delle forme e così via... Dando pertanto credito al suindicato verbo di Klee a mio avviso intriso di esclamata saggezza “I quadri vi guardano” e ancora obbedienti all’ortodossia triadica dell’arte incentrata su colore, segno e luce, il lettore si appresti alla visione delle opere di questa mostra privilegiando non tanto o per lo meno non solo il racconto di ogni singolo dipinto, quanto piuttosto l’ordito pittorico ivi sottinteso.”
Leo Strozzieri
Ideato e gestito dall’Associazione Artistico Culturale del Friuli-Venezia Giulia, l’interessante modello espositivo di Italiarts si trasferisce a Tivoli.

Oltre settanta artisti italiani e turchi in mostra nello splendido contesto delle Scuderie Estensi, in piazza Garibaldi.

Molta pittura e qualche incursione nell’arte plastica sono la cifra di un volume che mette a confronto mondi e suggestioni culturali diversi facendoli dialogare attraverso il linguaggio universale dell’arte.