martedì 25 settembre ore 19.30
Libreria Tasso, Sala Convegni, piazza Angelina Lauro, Sorrento


Womenomics
Katty Kay , Claire Shipman


Prezzo:
€ 14,50
Editore: Cairo Editore
Collana: Extra
Pagine: 304
ISBN/EAN: 978-88-6052-270-2

in breve
«Non è più (o non solo) una questione di pari opportunità... Puntare sull’occupazione femminile rappresenta un vantaggio competitivo e, in tempi di recessione, può accelerare l’uscita dalla crisi»: così recitava poco tempo fa il Corriere della Sera in un articolo sull’analista di Goldman Sachs che ha coniato il termine Womenomics. Sui giornali di tutto il mondo e sul web lo ritroviamo ormai come una parola d’ordine. E così, dopo decenni di lotta femminista, scopriamo che gli economisti pensano che il potere economico è «rosa»!

Ma se le imprese ai cui vertici ci sono donne registrano utili maggiori, allora perché le donne (tutte le donne) che lavorano si pongono ogni mattina la domanda cruciale: famiglia o carriera? Quale che sia il ruolo professionale, la tipica esperienza femminile è la dolorosa contrapposizione tra il successo e la serenità. Come se uno escludesse la possibilità dell’altra. Ma dev’essere per forza così?

Claire Shipman e Katty Kay, giornaliste di successo e mamme soddisfatte, garantiscono di no. Per loro non è stato così e non dev’essere così nemmeno per noi. Per questo, passo dopo passo, ci insegnano a costruire l’equilibrio lavoro-famiglia-tempo libero, a individuare priorità e a cogliere opportunità, a non aver paura di chiedere più flessibilità, a non cadere giorno per giorno nella trappola dei sensi di colpa. In queste pagine troveremo le 9 regole per negoziare il nirvana ossia un mondo in cui poter lavorare quando vogliamo, dove vogliamo, come vogliamo; la strategia della volpe ovvero come lavorare meglio e non di più, imparando a dire dei no strategici che «aiuteranno i nostri capi a crescere» e i pochi, ragionati sì che compenseranno i molti no.

In fondo, suggeriscono Shipman e Kay, noi per prime siamo ancora poco consapevoli del nostro potere economico e della Grande Occasione che questo momento di congiuntura sfavorevole ci offre. Perché, oltretutto, le statistiche dicono che siamo le principali acquirenti di gran parte dei prodotti, e quindi ne determiniamo il successo sul mercato. Se il modello lavorativo maschile (l’unico che abbiamo mai conosciuto) scricchiola significa che stiamo entrando nell’Era Womenomics.

 English Description