venerdì 21 settembre ore 17
Palazzo della Camera di Commercio, Sala Convegni, corso Vittorio Emanuele II 47, Pordenone

sabato 22 settembre ore 16.30
Piazza Chiossi, Domodossola


l'Infinito
Giovanni Toniatti Giacometti


maggio 2018
Prezzo:
€ 20,00
Editore: Editoriale Giorgio Mondadori
Collana: Artisti
Pagine: 208
ISBN/EAN: 978-88-6052-875-9

in breve
Personaggio poliedrico, autore sensibile ma anche imprenditore capace di darsi degli obiettivi e perseguirli con determinazione e coerenza, Toniatti Giacometti si è affidato all’Editoriale Giorgio Mondadori per raccogliere e presentare al pubblico il meglio della propria produzione artistica e lirica. La monografia raccoglie e presenta infatti un’importante selezione di suoi dipinti, sculture e poesie. Sono oltre 130 le opere pubblicate, soprattutto acrilici e oli dagli anni Ottanta al 2018. I paesaggi dal sapore romantico degli inizi diventano, col tempo, visioni quasi bucoliche, scorci naturalistici e urbani, nature morte, borghi montani innevati, fioriture campestri ma anche marine e figure sacre in cui il dettaglio viene sostituito da pennellate rapide e dense, da vivaci cromie, da impressioni piuttosto che da riproduzioni del mondo reale. Nelle poche e selezionate sculture in bronzo prevale un carattere astratto in cui si distinguono comunque residue tracce di forma. Si alternano alle opere una quarantina di poesie, in cui l’autore tocca i temi della bellezza, della riflessione sulla condizione umana, del viaggio come crescita, degli affetti e della libertà, idealmente sublimata nell’immagine di puledri in corsa. Introduzione di Vito Sutto, testi in italiano e in inglese.

... In questa dimensione la pittura di Giovanni diventa la pittura dei ricordi, degli appunti di viaggio come li ha definiti recentemente. E gli appunti come dice la parola stessa sono sintesi estrema, accenni, richiami, non sono prosa, sono poesia. Un capitolo a parte deve essere aperto sulla poesia a proposito della quale va detto che questo autore dimostra ulteriormente la sua sensibilità e la sua ricerca personale di una verità, di molte verità...”.
Vito Sutto
 
Dipinti, sculture e poesie si alternano nella monografia raccontando il mondo straordinario di un artista poliedrico e sensibile.

GIOVANNI TONIATTI GIACOMETTI
Pittore, scrittore, musicista, gallerista, l’autore è soprattutto un poeta: poeta del paesaggio quando dipinge motivi lagunari e friulani, incline a una rappresentazione che va al di là del suo ideale naturalistico. L’ambito poetico di Toniatti è dunque affine alla pittura degli Impressionisti con un lavoro “en plein air” che predilige quasi sempre una pennellata rapida e densa. Se nella sua fase formativa Toniatti può apparire talvolta un “romantico”, nella maturità artistica tratta il paesaggio per i valori del colore e non per il soggetto in sé perché l’impressione è filtrata dal suo modo di rappresentare il “paesaggio dell’anima” e non semplicemente il paesaggio. Il blu è il motivo conduttore dei gran parte delle sue opere, dal mare al cielo, dai notturni alle nevicate della non lontana Carinzia.