CATALOGO DELL'ARTE MODERNA N. 58

Editoriale Giorgio Mondadori

CATALOGO DELL'ARTE MODERNA N. 58

Con il dipinto Nascondo la notte nella casa a torre (2020), Alfonso Borghi diventa l’artista più celebrato nella storia del CAM (Catalogo dell'Arte Moderna): per lui tre copertine (n. 41, 46 e 58), traguardo prestigioso per un «Maestro ritenuto degno – non a caso – di appartenere alla ristretta cerchia dei maggiori contemporanei.», come scrive Giovanni Faccenda. Da questa edizione irrompe tra i Grandi Maestri del Novecento italiano la figura di Antonio Ligabue, scelta che premia la storia di un genio visionario capace di instaurare un legame particolare tra le sue opere e l’osservatore.
La prima parte del volume è dedicata ad alcuni approfondimenti: di Piet Mondrian e della sua eredità artistica a 150 anni dalla nascita scrive Daniela Brignone mentre Mario Guderzo ricorda Antonio Canova nel bicentenario della morte. Qual è il ruolo delle Accademie oggi in Italia? Risponde alla domanda Antonella Sartori intervistando alcuni direttori. È Alessia Locatelli a spiegarci la rivoluzione causata dall’avvento del digitale nella fotografia, e Claudia Trafficante a raccontarci l’evoluzione della Street Art da manifestazione di critica sociale ad arte urbana “aumentata” con la tecnologia. A Milano ha sede il più importante museo italiano del design, quello dell’ADI e del Compasso d’Oro, realtà internazionale diretta da Andrea Cancellato, intervistato da Fortunato D’Amico. Torna infine, dopo i due anni di sospensione dovuti alla pandemia, lo speciale dedicato al Premio Arte.
La prima sezione dell’annuario propone i Grandi Maestri selezionati dal curatore, tra cui Balla, Burri, Carrà, De Chirico, Fontana, Modigliani, Rosai, Vedova, lo stesso Ligabue e altri, con le aste più importanti dell’ultimo anno. La seconda sezione presenta circa 900 artisti confermando quanto il Catalogo sia apprezzato e seguito grazie alla struttura ricca e consolidata: le schede degli artisti in ordine alfabetico, le quotazioni, le esposizioni, le aste, le note biografiche, le opere. Le pagine a colori e i dossier tematici – tra cui Fotografia e Arte Plastica – confermano il ruolo del CAM come indispensabile strumento di promozione e di consultazione. In zona centrale lo speciale dedicato alla “Biennale Internazionale per l’Incisione di Acqui Terme”, uno dei più importanti eventi italiani rivolti a questa raffinata tecnica artistica.


Conosciuto anche come CAM, il Catalogo è lo storico riferimento per artisti, galleristi, collezionisti, operatori del settore e appassionati d’arte.

Aste, quotazioni, esposizioni, biografie, tecniche: uno strumento di mercato ricco di dati e informazioni per essere sempre al passo con il mondo dell’arte.

Boccioni, Capogrossi, Casorati, Donghi, Morandi, Sironi, Viani, Alviani, Armodio, Beecroft, Boetti, Bonalumi, Borghi, Bueno, Fini, Gnoli, Guttuso, Lazzaro, Manzoni, Paladino, Perilli, Pignatelli, Tozzi e tanti altri protagonisti dell’arte moderna e contemporanea.

Oltre 900 pagine, 900 artisti e oltre 1800 illustrazioni in bianco e nero e a colori.

 

Nota storica
È il 1962 quando l’editore torinese Bolaffi dà alle stampe la prima edizione di un repertorio dedicato al mercato dell’arte contemporanea, curato da Luigi Carluccio. Rilevato alla fine degli anni Settanta dalla Giorgio Mondadori insieme al mensile Arte, il Catalogo viene oggi pubblicato con il marchio Editoriale Giorgio Mondadori all’interno del gruppo Cairo ed è certamente la più longeva pubblicazione di genere in Italia.