Silenzio di luce

Editoriale Giorgio Mondadori

Silenzio di luce

Sergio Orlando

L’anima pittorica e quella lirico-letteraria convivono in Sergio Orlando, che in questo piccolo e delizioso volume le raccoglie e presenta entrambe. La pubblicazione ospita 26 liriche, una decina di disegni e 25 dipinti selezionati tra la vasta produzione dell’artista. Le opere abbracciano oltre mezzo secolo di carriera, da un disegno a biro del 1966 (Vecchio cortile) a un olio su tela del 2018 (Lago di Lugano). In apertura il testo di Maurizio Cucchi, poeta e critico letterario, seguito dall’intervento di Maria Volpe, storica giornalista del “Corriere della Sera”. Nella parte finale la biografia dell’artista e un’antologia critica con testimonianze di vari personaggi, da Mario Luzi a Federico Fellini, da Carlo Bo a Giovanni Raboni, da Sergio Zavoli a Ferruccio de Bortoli e Alessandro Quasimodo, solo per citarne alcuni.

“Sergio Orlando è un pittore, un artista di grande sostanza, che tra densità della materia e apparente lievità della luce, quella luce che attraversa il corpo molteplice di quella stessa materia, ha giocato molta della sua opera, di cui sono un ammiratore.” Maurizio Cucchi

“Già il titolo ci indica la strada di questo artista che non finisce di stupirci. Questa sua ultima fatica Silenzio di luce è la prova di una ulteriore maturazione di Sergio: poeta, pittore, disegnatore.” Maria Volpe

Le due anime di un autore in cui convivono il poeta e l’artista.

Delicati disegni, dipinti di atmosfera lombarda e raffinate liriche ci invitano a un dialogo di bellezza.